Tartufini di Pandoro

Gen 2, 2019 | Chef Susie, Dolci

Ciao amici, eccomi con la mia rubrica #IncucinaconChefSusie

Voglio presentarvi la mia prima ricetta del 2019, i Tartufini di Pandoro, un dolce semplicissimo da fare ma super goloso che ci permette di utilizzare qualche pandoro che magari durante le feste non siamo riusciti a finire!

Carta e penna alla mano e segnate cosa vi occorre:

  • 300 gr di pandoro
  • La buccia grattugiata di un’arancia
  • Un cucchiaio di rum; se preferite potete sostituirlo con del succo d’arancia
  • 100 ml di panna liquida 
  • 100gr di cioccolato fondente
  • Cacao amaro in polvere
  • Zuccherini o granella a scelta

Pronti per preparare questo dolcetto?

  1. Sbriciolate il pandoro togliendo la parte esterna;
  2. Aggiungete panna, arancia e il liquore; impastate finché non diventa un composto bello umido;
  3. Formate delle palline e inzuppatele in una ciotola in cui avrete versato il cacao in polvere;
  4. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria e passate nel cioccolato fuso le vostre palline;
  5.  Infine aggiungere il pizzico di sale e il lievito;
  6. Successivamente inzuppatele in un’altra ciotola con gli zuccherini. Potete veramente sbizzarrirvi con zuccherini colorati o al cioccolato come quelli che ho usato io o utilizzare anche la granella di nocciole, mandorle o pistacchi.

I tartufini al pandoro, non hanno bisogno di cottura, sono veloci e semplici da fare ottimi anche per una golosa merenda, magari accompagnati da una tazza di tè!

Seguitemi sui miei canali social: 

Facebook: Chef Susie

Instagram: chefsusie_

Altre Notizie

Altre Notizie

Altre Ricette

Altre Ricette

Tortelli del Pescatore

La pasqua si avvicina a bordo di una primavera un pò insicura. Facciamo un pò di prove per il menu del pranzo pasquale con un primo dedicato ai pescatori.

Cozze alla Cracco

Le mitiche Cozze alla Marinara di Chef Carlo Cracco, un vero incubo di preparazione…ce la faranno i nostri eroi a replicare la ricetta stellata?

Sesto

Sesto,il piacio con il pesto di sedano nero di Trevi, presidio Slowfood, arricchito da mandorle e acciughine, per un primo nuovo e sorprendente.

Share This