Pamparito

La colazione di Pasqua come non l’avete mai fatta

Dalla tradizione della colazione di Pasqua di Vignanello ecco il Re che accompagna gli affettati, le ricotte e il caffellatte. Nel 2016 il Pamparito ha ottenuto il riconoscimenti De.C.O., Denominazione Comunale di Origine, che lo rende uno dei “pani” più antichi e tradizionali della cultura italiana. Da qui parte il viaggio del Pamparito fuori dai confini di Vignanello per allietare i vostri ospiti con un pane mai assaggiato prima.

Mangiamo in

4 persone

A tavola in

120 minuti

Livello

Medio

Costo

€€

La Videoricetta

 

La Videoricetta

Gli Ingredienti

  • Vino Bianco
  • Anice
  • Sale
  • Lievito di Birra
  • Acqua
  • Olio EVO

 

I Consigliati

 

Vino Bianco Greo di Vignanello

Olio EVO Frantoio Cioccolini

 

 

Il Riepilogo

Il Riepilogo

Il Procedimento

Il Procedimento

1. Gli ingredienti

2. Miscelare

In una tazzina di vino bianco (Greco di Vignanello) aggiungere l’anice e miscelare bene.

3. Sciogliere il lievito

Sciogliere un cucchiaino di sale in acqua calda e nel frattempo sciogliere anche il lievito in acqua.

4. Impasto

Fare l’impasto con farina, acqua e sale, lievito, vino e anice, 2 cucchiai di olio EVO.

5. Far lievitare

Impastare bene il tutto e lasciare lievitare.

6. Dare la forma desiderata al pane

Dopo la lievitazione, impastare leggermente, preparare la forma desiderata e incidere con un coltello la parte superiore del pane.

7. Cottura

Avvolgere il pane crudo in un canovaccio e cuocere in forno.

8. Servire

Una volta cotto, tagliare a fette, perfetto per essere mangiato con la ricotta o degli affettati.

Altre Ricette

Altre Ricette

Mustaccioli

Un biscottino tipico di Vignanello, i Mustaccioli raccontano tutta la storia e i sapori della Terra Cimina, grazie al sapore unico delle nocciole.

Pancarucci

Dalla tradizione della piccola cittadina di Vallerano un pane tipico per riscaldare le fredde notti invernali: il Pancarucci.

Share This